SeoL’ottimizzazione SEO per WordPress è sicuramente uno degli argomenti di punta di questo ambito: rendere una pagina il più appetibile possibile per i motori di ricerca è più di un semplice obiettivo, ma per poterlo fare nel modo corretto è necessario seguire una serie di accorgimenti. Si può dire che le regole di base legate al SEO siano fondamentali, ma secondo gli esperti talvolta può essere utile anche “dimenticare” di seguirle pedissequamente: oltre alla perfezione da questo punto di vista, infatti, non bisogna mai trascurare i contenuti.

 

Per capire quindi quali siano le tecniche per migliorare l’ottimizzazione SEO per  WordPress, non bisogna perdere di vista l’importanza rivestita i link presenti nella pagina, così come la reputazione che ci si è riusciti a costruire sul web: la qualità complessiva è fatta di tante piccole parti ed è giusto non tralasciare i diversi aspetti. Partiamo sempre dal presupposto che WordPress presenta già di base strumenti discreti per il SEO, che possono comunque essere migliorati: vediamo quali sono i consigli degli esperti in tal senso.

 

  • Guardate alla crescita complessiva del sito: molto spesso ci si focalizza sul ranking e su piccoli dettagli che possono migliorarlo. Il processo di miglioramento, di fatto, può richiedere anche molte settimane, quindi secondo gli esperti è meglio guardare alla crescita complessiva.
  • Concentratevi su backlink di qualità: meglio concentrarsi su pochi, ma buoni, piuttosto che puntare ad averne molti, ma qualitativamente inferiori.
  • Utilizzate un plugin di chaching per velocizzare il vostro sito: si tratta di un vero e proprio must per i siti WordPress. In questo modo il sito sarà più veloce e ridurrete il carico sui server web. Uno dei più apprezzati è W3 Toral Cache.
  • Assicuratevi di non avere link rotti.
  • Bloccate i commenti spam: le nuove versioni di WordPress fanno già un buon lavoro, mettendo il nofollow ai link postati dagli utenti nei commenti, ma per evitare lo spam automatico (che potrebbe comunque danneggiarvi) potreste ad esempio utilizzare un plugin CAPTCHA per i commenti.
  • Ottimizzate le immagini: riducendo il peso delle immagini, ridurrete anche quello della pagina, migliorando le prestazioni di caricamento. Utilizzate il tag alt delle immagini ed ottimizzatele per la ricerca immagini di Google.
  • Curate i vostri profili social: manteneteli aggiornati ed arricchiteli più che potete ed in questo modo agevolerete un positivo flusso di visitatori organici.

 

Il percorso verso la migliore ottimizzazione SEO per WordPress passa necessariamente da studio e tanta pazienza: sperimentate e provate le diverse tecniche e verificatene i risultati per avere un riscontro reale del vostro lavoro.

Informazioni autore

redazione-projectadv

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.